Palazzo della Missione

Il Palazzo della Missione si trova sul luogo dove sorgeva il più importante palazzo della famiglia dei Frescobaldi. Quando la capitale d’Italia venne trasferita a Firenze, il palazzo fu destinato a sede del Ministero della Marina. Ai Padri Missionari rimase solo una piccola porzione dell’edificio (si ha notizia della loro presenza anche nel 1924 ma poi abbandonarono definitivamente l’edificio).

[image-comparator left=”http://aspassoperfirenzecapitale.it/wordpress/wp-content/uploads/2015/03/Palazzo_Missione_left.jpg” right=”http://aspassoperfirenzecapitale.it/wordpress/wp-content/uploads/2015/03/Palazzo_Missione_right.jpg” method=”overlay” width=”100%” value=”50″ link_images=”false” overlayed_slider=”false” title=”Palazzo della Missione” classes=”hover”][/image-comparator]

L’antico palazzo Frescobaldi, edificato intorno al 1200, fu incendiato nel Trecento e poi distrutto in parte nel Cinquecento. Occupato poi dai monaci Osservanti Francescani passò nel 1575 ai Padri Scopetini che nel 1640 ampliarono il complesso affidando i lavori a Bernardino Radi: sono attribuite al suo intervento anche le finestre del fronte che si affaccia sull’Arno e la facciata barocca, che ospita quattro nicchie con busti dei granduchi.
Agli inizi del 1900 il palazzo venne destinato ad uso scolastico come “Reale Istituto Superiore di Magistero Fiorentino” e nel 1924 la scuola venne intitolata alla memoria di Gino Capponi.
(Fonte delle notizie storiche: Leonardo Ginori Lisci, I Palazzi di Firenze, Firenze, Cassa di Risparmio, 1972; Provincia di Firenze)
(L’immagine a sinistra dello slider è tratta da “Impronte digitali: Collezioni digitali”, a cura del Sistema Bibliotecario di Ateneo dell’Università degli Studi di Firenze, che si ringrazia)

Il palazzo della Missione e i suoi tesori – Approfondimento a cura della classe VD (a.s.2008/2009)